La Meravigliosa CURCUMA LONGA e come Usarla Nei Problemi di tutti i Giorni

Come avere un effetto antinfiammatorio con una semplice pianta

È passata ormai una quindicina di anni da quando per la prima volta ho sentito parlare della Curcuma e del suo impiego in terapia come farmaco naturale

Certo conoscevo la spezia, sapevo che era lo “Zafferano dell’India”, uno dei componenti del CURRY che si usa in cucina, e che era stata descritta addirittura da Marco Polo nel suo viaggio attraverso incredibile l’Oriente… ma oltre a questo, poco altro

Prova invece TU, ORA, in questo momento a scrivere la parola CURCUMIN su GOOGLE, il mitico DR. GOOGLE che aiuta tutte le persone a curarsi da sole…

Hai provato?

OLTRE 8 MILIONI DI RISULTATI!

E se digiti la stessa parola CURCUMIN su PUBMED, cioè il raccoglitore delle principali riviste scientifiche mondiali?

Oltre 12mila studi pubblicati!

Allora, cos’è successo in questi ultimi 15 anni, cioè dal momento in cui ne ho sentito parlare la prima volta?

All’inizio i primi pionieri, studiosi (il Prof. Aggarwal dell’Università di Houston, il Dr. Campbell dell’Università di Belfast e l’amico Dr. Roberto Benelli Urologo di Prato) hanno visto risultati clinici, reali sui loro stessi pazienti

Poi il mondo scientifico (e commerciale) si è buttato a capofitto nello studio dei princìpi attivi di questa favolosa pianta

In effetti le sue applicazioni possono essere molte, così come molto buoni sono i risultati che si ottengono quando usata in modo corretto per trattare anche malattie importanti:

  • artrite
  • diabete
  • gastrite e altri problemi allo stomaco
  • infiammazioni del colon-retto
  • dolori articolari in genere

Tutto questo è provato da persone che quasi tutti i giorni, in farmacia oppure online, ci raccontano la loro esperienza molto positiva

Ma la soddisfazione più grande come farmacista esperto in Fitoterapia e preparatore di laboratorio è vedere i risultati CLINICI quando si usa la Curcuma in estratto, per i gravissimi problemi qui sotto (per cui devo usare termini tecnici e me ne scuso) :

  • Gammopatie monoclonali e Mieloma Multiplo, sia da sola come prevenzione di recidive, che associato ai chemioterapici
  • Carcinoma della Prostata, in associazione ai chemioterapici
  • Morbo di Crohn e Carcinoma del Colon-retto

Anche in questi casi molto gravi le ricerche fanno vedere dei risultati molto promettenti

Ad oggi, ci sono infatti:

  • più di 50 studi sulla relazione tra Curcumin, Gammopatie e Mieloma Multiplo
  • oltre 300 su Curcumin e Prostata
  • più di 400 su Curcumin e Carcinoma del Colon-retto

Gli studi sono continui, sempre aggiornati, comunque da confermare nel lungo periodo e il mio compito è quello di non fornire mai facili illusioni

Ma mi fa davvero imbestialire una cosa: la lentezza con cui il nostro sistema  medico-scientifico-sanitario-farmaceutico o come cazzo si chiama comunica alle persone che ci potrebbero essere armi molto buone per prevenire e trattare questi problemi

Secondo me, bisogna SVEGLIARSI!

Quanti anni devono passare ancora perché le persone possano essere informate (sempre dallo stesso sistema di prima) sulle proprietà della Curcuma?

E quanti anni perché la possano usare su consiglio tranquillo del medico o del farmacista?

Ma gliela vogliamo far provare un po’ di questa meravigliosa polvere alla persona anziana che ha dolori al ginocchio? Ma qual è davvero il problema di questo Mondo?

Mi sono un po’ sfogato… riprendiamo la calma…

Passiamo ai lati negativi, perchè c’è sempre il rovescio della medaglia!

Devo dirti una COSA FONDAMENTALE

Esistono molte specie di Curcuma, più di 100

Quella di cui parlo io è la CURCUMA LONGA

Ma non è la polvere di radice che si trova al supermercato…quella è la SPEZIA ALIMENTARE, da cucina!

Quella che dico io è la CURCUMA LONGA in estratto secco farmaceutico

In pratica, capiscimi: sono COSE DIVERSE, perché contengono sostanze e quantità diverse

Tu devi sempre usare, a scopo terapeutico, una polvere di grado farmaceutico che contiene principi attivi concentrati, cioè un ESTRATTO SECCO titolato e standardizzato (altri termini tecnici, scusami) di Curcuma longa

Se usi una semplice polvere da cucina, non hai azione farmacologica, non si tratta di un medicinale, può prevenire a lungo termine alcune malattie ma non guarisce il malato se sta male ADESSO!

Invece, nell’estratto il produttore ci dice quanti principi attivi ci sono effettivamente

Faccio un esempio

Se io in laboratorio uso la semplice polvere di Curcuma da cucina che usa la nonna, come faccio a sapere quanti principi attivi fornisco al malato?

È corretto?

Se invece uso un estratto TITOLATO e STANDARDIZZATO, preso da un produttore serio, so perfettamente quanti principi attivi assume il malato

Perché anche se la Curcuma longa ha pochissimi effetti collaterali conosciuti, è sempre un medicinale erboristico, un fitoterapico, quindi è indispensabile conoscere il dosaggio preciso da consigliare al paziente e quante volte al giorno la deve assumere (posologia, in termine tecnico)

Nel nostro laboratorio galenico usiamo da 15 anni due estratti precisi e sempre quelli, di due produttori sicuri, perché sono quelli che ad oggi sono stati più utilizzati per gli STUDI in tutto il Mondo e inoltre danno proprio risultati veri, ogni giorno, a noi in farmacia

Contengono il 95% di principi attivi (Curcuminoidi) e, ripeto, è praticamente quello usato per i principali studi scientifici

Infatti, vogliamo essere sempre molto attenti alla qualità di quello che produciamo in laboratorio, a partire proprio dai fornitori e dalle materie prime

E questo lo sanno tutti i miei collaboratori

Preferisco perdere soldi e tempo nel controllo e nella produzione, che sacrificare la qualità e quindi la sicurezza del paziente… ma questo penso che sia scontato

Insomma, la Curcuma è davvero importante

Ma ancora più importante è IL TIPO DI CURCUMA utilizzato

Spero tu abbia intanto compreso le meravigliose proprietà di questa pianta e qual è il mio concetto di salute, se riesci a leggere bene tra le righe…

Comunque non preoccuparti, ritornerò spesso su quest’ultimo punto, perché è proprio quello che fa la differenza nella cura del paziente

Così, nei prossimi articoli, ti svelerò qualcosa di ancora più fondamentale

Esperto in Alimentazione naturale e dello sport, esperto in Fitoterapia e Medicina Naturale, esperto in Omeopatia Classica

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Site Footer