Sei Incinta? Sei sicura che quell’Integratore non ti fa Male?

Abbiamo sempre detto che c’è una grande confusione per quanto riguarda la medicina naturale

Per questo, una delle cose che più di tutte dovrebbero essere valutate dalla paziente, ma anche dal Farmacista e dal Medico, è la necessità reale di assumere farmaci o integratori in gravidanza, soprattutto nelle prime 12 settimane, cioè quando si formano gli organi del bambino

Infatti, NON DEVI ESSERE MAI TROPPO SICURA!

Invece, dato che molti pensano che la medicina naturale si possa usare tranquillamente senza pericoli durante la gravidanza, non è raro trovare delle ragazze in dolce attesa che candidamente ci confessano di assumere integratori naturali

E QUELLO CHE FACCIAMO NELLA NOSTRA FARMACIA è assolutamente controllare ogni sostanza contenuta in quell’integratore!

Dobbiamo sempre considerare che tutto quello che viene assunto dalla mamma passa all’embrione e al feto (quindi è molto importante anche quello che si mangia)

Di conseguenza, occorre chiarire subito una cosa: se si deve stare attenti ai normali farmaci di sintesi, bisogna farlo anche con i prodotti erboristici e gli integratori naturali

Apro una parentesi per quanto riguarda invece l’Omeopatia classica: questa SI PUO’ UTILIZZARE ANCHE IN GRAVIDANZA, perché i suoi rimedi sono estremamente diluiti e quindi anche quelle piante VELENOSE che per esempio si possono raccogliere nei campi e nei boschi, tipo l’Aconito o la Belladonna, in omeopatia possono essere usate tranquillamente per la febbre alta, per la paura, per i dolori del parto, ecc.

NON DEVI CREDERE, DEVI SAPERE

Fra i farmaci di sintesi, uno dei casi più eclatanti, uno dei casi più DRAMMATICI che sia mai successo è stato quello della Talidomide

La Talidomide negli anni ’50 fu introdotta in Germania, come SEDATIVO

Veniva consigliata dai medici principalmente nelle donne in gravidanza che avevano nausea mattutina, perché in effetti questo farmaco aveva un rapporto rischio-beneficio molto basso, cioè calmava veramente la nausea e non sembrava avere effetti collaterali

Infatti, gli studi pre-clinici sui TOPI non avevano dato particolari problemi e quindi fu messo in commercio: ERA CONSIDERATO SICURO

Si calcola che all’inizio degli anni ‘60 in Germania si producevano 15 tonnellate di Talidomide l’anno, come riporta il sito dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)

Il problema è che in quegli anni aumentò drasticamente il numero di neonati con GRAVI MALFORMAZIONI agli arti (alle braccia e alle gambe): circa 6000 bambini nacquero con le mani direttamente attaccate alle spalle oppure senza l’osso lungo, per esempio, del braccio e quindi si parlava di bambini focomelici

Il farmaco fu ritirato dal commercio dopo una decina di anni, quando ci si accorse che il problema riguardava l’assunzione TRA LA QUINTA E LA NONA SETTIMANA di gravidanza: infatti, il rischio di malformazioni aumentava di oltre il 50% nelle donne che assumevano la Talidomide

LA MAGGIOR PARTE DEI FARMACI IN ORIGINE DERIVA DALLE PIANTE

Questo è chiaramente un caso limite, forse il più clamoroso, ma dobbiamo ricordare che la maggior parte dei farmaci in commercio DERIVA PROPRIO DALLE PIANTE

Poi la chimica farmaceutica ha permesso di produrre questi farmaci senza più estrarli dalle piante, ma nei primi tre mesi di gravidanza, in cui l’embrione si sta formando, anche l’uso delle piante stesse E’ RISCHIOSO

Sono particolarmente controindicate le piante che contengono oli essenziali:

  • la Salvia
  • la Menta
  • il Rosmarino

ma anche quelle che presentano lassativi antrachinonici, che tantissime donne usano fin da adoloscenti per svuotare l’intestino (e si abituano):

  • la Senna
  • la Cascara
  • il Rabarbaro
  • l’Aloe

oppure il Melograno, il Prezzemolo e la Cannella…

Alcune piante, infatti, possono aumentare le contrazioni dell’utero, mentre altre potrebbero  essere direttamente tossiche per l’embrione e il feto

Consiglio quindi a tutte le donne, per questi motivi, di parlare con il Medico o il Farmacista di fiducia prima di assumere un prodotto naturale o erboristico, se si pensa di aspettare un bambino…

Quello che posso garantirti è questo: quando consigliamo i nostri PRODOTTI ERBORISTICI, che ti ricordo sono formulati e prodotti nel nostro laboratorio con le migliori materie prime del mondo, il controllo è sistematico e molto scrupoloso, perché non vogliamo mettere in pericolo lo sviluppo corretto o addirittura la vita di una nuova CREATURA

Esperto in Alimentazione naturale e dello sport, esperto in Fitoterapia e Medicina Naturale, esperto in Omeopatia Classica

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Site Footer